Il mio nome è Pietro Cristini, sono un sottufficiale di Marina in congedo, da 30 anni costruisco e restauro modelli di navi.

Questa mia passione nasce dallo spirito di avventura che prevalse quando avevo l’età di sedici anni e mi arruolai nella Marina Militare, dove rimasi per sei anni.

Finita la ferma, per motivi dovuti alle destinazioni di terra, a me non gradite, mi congedai, ma rimasi legato all'ambiente mare in modo molto intenso, decisi quindi, di seguire le impronte dei vecchi marinai, che, nei loro momenti di riposo, con l’uso delle loro rozze mani, realizzavano modelli di navi, come voto, in offerta al loro santo patrono per averli salvati dalla furia del mare, o per il semplice piacere di riprodurre la nave su cui erano imbarcati.

E così iniziai a costruire modelli di navi servendomi soltanto dei piani di costruzione e delle mie mani.

Da allora non sono più sbarcato.

E' dalle mie mani che prendono vita velieri, galeoni, caracche, pescherecci e navi grigie, tutte minuziosamente costruite e rifinite, usando legni nobili quali: ciliegio, noce nazionale o nostrano, olivo, mogano, rovere, palissandro.

Creo con meticolosa pazienza e cura delle proporzioni: bigotte, bozzelli a violino, caviglie, gru di capone, teste di moro, coffe, ecc., e con abilità certosina realizzo polene, cariatidi, e, le griselle componendo innumerevoli nodi parlati, ad uno ad uno; con l'intreccio di più capi di cordoncino ottengo cavi per sartie, cavi d'ormeggio, cavi per le ancore, ecc..

L'unico materiale che acquisto dai grossisti è il legno. Lo riduco alle misure necessarie per gli specifici particolari da realizzare.

Con pazienza e professionalità, i relitti di modelli navali che passano nelle mie mani, dopo un periodo di lavorazione che talvolta si protrae per diversi mesi, ritornano agli originali splendori (tra i clienti più esigenti si contano anche gli Ufficiali della Marina Militare Italiana e collezionisti clienti delle case d’asta di Genova e di Londra).

Una visita al sito di Pietro Cristini vale dunque la pena, perché è un porto di mare nel mare della rete.

Il capo ciurma vi aspetta al barcarizzo, pronto a salpare l'ancora,

intanto,........Vedette in coffa, barra a dritta, fai rotta per 180 gradi,

Destinazione,......... mare aperto.

IN CACCIA!!


Iscriviti a lafilibusta
Powered by it.groups.yahoo.com